Benefici del peperoncino.

Il peperoncino è una spezia ricca di proprietà capace di donare gusto e piccantezza alle pietanze. Fa parte della famiglia delle solanacee a cui appartiene anche il peperone, altro ortaggio presente sulla nostra tavola durante la stagione estiva.
Storicamente parlando fu Cristoforo Colombo a trasportare questa preziosa pianta in Spagna permettendone così la diffusione in tutta Europa.

Le proprietà del peperoncino sono diverse, in quanto questa spezia è fonte eccellente di vitamine e altre sostanze particolarmente importanti per la salute. Infatti, è costituito da una buona quantità di carotenoidi e vitamine, come ad esempio la vitamina C dalle proprietà antiossidanti, tanto che un peperoncino da circa 10 gr può contenerne il 30% del fabbisogno giornaliero di un uomo adulto, ma anche moderate quantità di vitamina E che contribuisce al mantenimento dell’integrità cellulare e di vitamina A, la quale è ottima per il corretto funzionamento del sistema visivo, del sistema immunitario e genitale. Inoltre, il peperoncino è un alimento povero di calorie (30Cal ogni 100 gr) ed è costituito prevalentemente da acqua.

Per quanto riguarda i benefici sono molteplici: ci sono evidenze scientifiche che dimostrano come le proprietà del peperoncino siano efficaci anche in caso di dolori acuti e cronici, di infiammazione, di obesità o patologie oncologiche. In più è un rimedio anti-ulcera ed effetto gastro-protettivo, e aiuta nella salute del cuore supportando il nostro sistema cardiovascolare, perché l’abitudine a consumare cibo piccante sembra essere collegato a un minor rischio di ischemie.

Esistono in natura differenti specie di peperoncino, da quelli più dolci a quelli più piccanti. La piccantezza del frutto, che si misura attraverso la scala di Scoville, dipende dalla quantità di capsaicina contenuta in esso e che rende particolare questa spezia.

In cucina i peperoncini sono utilizzati sia freschi che secchi  per impreziosire molte pietanze, un classico della cucina italiana sono gli spaghetti con aglio, olio e peperoncino, ma oltre ai primi piatti può essere utilizzato nelle zuppe e nei secondi di pesce. Inoltre, i peperoncini più grandi e meno piccanti possono essere tranquillamente consumati crudi, magari in insalata, oppure cotti al forno ripieni di pan grattato, riso o formaggio.

Sullo shop potrete scegliere tra le diverse varietà di peperoncino per condire le vostre ricette!

Provateli e fateci sapere cosa ne pensate!

Questo sito utilizza cookie per il suo funzionamento Maggiori informazioni