Il Pankarretto

Hai mai sentito parlare di un panettone realizzato con pomodori secchi, olive e capperi? No, non si tratta di un’eresia, nemmeno di uno scherzo, stiamo parlando di un prodotto “Made in Sicily”: il Pankarretto!

Il Pankarretto nasce a Cinisi, a pochi chilometri da Palermo ed è un panettone salato guarnito con prodotti dell’eccellenza agroalimentare siciliana creato dalla joint venture tra il maestro Santi Palazzolo, attività antichissima a conduzione familiare che ad oggi esporta in tutto il mondo i dolci tipici siciliani e ha aperto succursali in Francia e Spagna, e Giuseppe Biundo del birrificio Bruno Ribadi di Terrasini. Uno strappo alle regole della tradizione del panettone che esprime la cultura di un territorio e la ricerca spasmodica del best of Sicily.

Questa preparazione non ha nulla a che vedere con il panettone gastronomico. È un prodotto veramente nuovo, un lievito farcito con prodotti tipici della Sicilia, dai peperoni alle olive, dai capperi di Salina ai cereali.
E la birra? La birra finisce per allietare l’impasto in fase di lievitazione, donando una nota di agrumi, bacche di sommacco e pepe rosa.
Il nome “Pankarretto” è un chiaro richiamo al carretto siciliano perché sapori e guarnizioni ricordano al palato le decorazioni di un carretto siciliano.

La sua consistenza soffice e fragrante è frutto di una lavorazione lunga e attenta. Il lievito madre è la base per la preparazione di un panettone salato ricco e gustoso, perfetto come antipasto.
Gli ingredienti della farcitura vengono, solitamente, reidratati nel corso della lavorazione, grazie all’umidità sprigionata dalla lunga lievitazione di circa trenta ore.

Gli ingredienti

Gli ingredienti principali del Pankaretto sono: farina, acqua, olio extra vergine d’oliva, tuorli, zucchero, lievito naturale, burro, olive nere, peperoni, pomodori secchi, capperi, burro di cacao, mix di semi di cereali e birra.
La lievitazione naturale deve avvenire a temperatura ambiente per circa 24/30 ore.